Associazione Domenico Scarlatti - Napoli - associazione





associazione

L Associazione Domenico Scarlatti fondata nel 1982 dal Maestro Enzo Amato, ha l intento di diffondere la grande musica e la cultura della Scuola Musicale Napoletana del Settecento. Durante il suo lungo percorso, noti artisti e studiosi hanno attivamente e proficuamente collaborato alla realizzazione di numerosi progetti promossi dalla Associazione tra cui: Maria Luisa Anido, Maxence Larrieu, Sandro Cappelletto, Marcello Abbado.

L’Associazione Domenico Scarlatti, si fregia di annoverare nel proprio staff eminenti personalità del campo culturale e musicale quali il proprio Presidente Enzo Amato, chitarrista, compositore e direttore d’orchestra, il proprio Direttore Artistico Carlo Dumont apprezzato Violinista Italiano, il proprio Direttore Generale, Carmine Zaccaria, imprenditore napoletano, Presidente dell’Italia Media Service SpA, responsabile per l’Area Mezzogiorno della Camera di Commercio Russa in Italia, il proprio Direttore Organizzativo, Antonio De Matola, direttore di Gidartist, organizzazione di produzione e promozione eventi musicali.
Durante la sua decennale attività, noti artisti e studiosi hanno attivamente e proficuamente collaborato alla realizzazione di numerosi progetti ed attività promosse dall’Associazione tra cui: Maria Luisa Anido, Maxence Larrieu, Sandro Cappelletto, Roberto Gabbiani, Marcello Abbado, Aniello Desiderio, Francesco Caracciolo, Tomas Spalinski, Theodora Pavlovitch, Leo Brouwer, Antonio Florio e la Cappella della Pietà dei Turchini ed altri ancora.
Nel tempo, l’attività dell’Associazione si è intensificata, come si evince dal conseguimento di numerosi patrocini anche di Istituzioni nazionali quali, per citarne alcuni, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Parlamento Europeo, ufficio per l’Italia, la Commissione Europea, rappresentanza Italiana, il Ministero dei beni culturali Italiano, il Ministero della Cultura Francese, l’Ambasciata dell’Ucraina in Italia, l’Istituto di Cultura Italiana in Stoccarda, l’Istituto di Cultura Italiana in Bremen, l’Istituto di Cultura Slava, il CIM Unesco, la Soprintendenza ai beni ambientali e architettonici di Napoli e la Regione Campania.
Emanazione istituzionale l Orchestra da Camera di Napoli.